Torna al Blog
03/01/2017

Conosci davvero le etichette energetiche?

L'etichetta energetica degli elettrodomestici è una realtà ormai consolidata nella nostra vita da consumatore. Sappiamo che è meglio acquistare un prodotto in classe A rispetto che un prodotto in classe D e che il colore verde indica un ridotto consumo energetico.

 

Tuttavia, l'evoluzione tecnologica degli apparecchi e il progressivo espandersi delle etichette ad altre tipologie di elettrodomestici ha reso la loro interpretazione meno immediata, tanto che oggi la stessa classe energetica applicata a diversi apparecchi da indicazioni molto diverse. 

 

Un esempio su tutti: per alcune categorie di prodotto (frigoriferi, congelatori, lavatrici e lavastoviglie) la classe A+ è la peggiore sul mercato! Per queste categorie, gli apparecchi più efficienti in classe A+++ permettono addirittura di dimezzare in alcuni casi il consumo energetico rispetto agli apparecchi di classe A+.

 

Al contrario, per altre categorie come i forni e i televisori gli apparecchi in classe A+ sono quanto di meglio è possibile trovare oggi sul mercato. Addirittura, nel caso degli aspirapolvere (l'ultima etichetta comparsa sugli scaffali) bisognerà cercare la classe A, visto che le classi coi "+" non sono nemmeno previste.


Come orizzontarsi allora? L'infografica allegata permette di avere in un colpo d'occhio il quadro della situazione aggiornato a oggi. Inoltre, è possibile consultare il sito www.eurotopten.it per scegliere sempre i prodotti più efficienti presenti sul mercato italiano.