Torna al Blog
04/05/2020

Covid 19, le attività di educazione ambientale da fare in casa \ #7 Una nuova energia

Dall’inizio della quarantena resa necessaria dalla diffusione del Coronavirus, noi di Eliante stiamo divulgando sui social network e attraverso le nostre newsletter una serie di attività di educazione ambientale adatte all’ambito domestico, utili per tenere impegnati bambini, ragazzi e adulti e trasmettere loro nuove competenze e conoscenze.


La settima attività si intitola “Una nuova energia”. Parte oggi la fase 2 della convivenza con il Coronavirus, che prevede ancora molte attività a casa e in smartworking. Per questo parliamo di energia e consumo, con una doppia proposta: provare a immaginare una giornata senza elettricità e, in più, cimentarsi in un piccolo esperimento. Vi spiegheremo infatti come costruire un forno solare, partendo da materiali quotidiani e riciclabili!


Per rimanere aggiornato sulle nostre azioni seguici su Facebook! In più, se ti va, puoi inviare disegni, fotografie e storie sulla realizzazione dei vari giochi educativi alla mail verdelli@eliante.it. Con il tuo permesso, useremo il materiale per diffondere ancora di più l’iniziativa.


Innanzitutto, cominciamo a pensare a una nostra giornata tipica. Usiamo un asciugacapelli? Riscaldiamo il pranzo nel forno? Accendiamo le luci quando arriva la sera? Sono tantissimi i momenti in cui dipendiamo dall’energia elettrica, come singoli cittadini e come comunità. L’energia riscalda le nostre case, fa funzionare i nostri computer e i nostri cellulari, fa muovere i macchinari che producono gli oggetti che acquistiamo. La scoperta dell’elettricità ha portato gli standard di vita di gran parte del Pianeta a livelli di benessere un tempo inimmaginabili. Oggi, siamo così abituati al consumo di energia che è difficile ricordarsi come sarebbe un mondo senza corrente!


Parlando con i bambini, possiamo provare a contare il numero di dispositivi elettrici che utilizziamo in un giorno ed individuare quelli che consumano di più E per aiutarci nell’immaginare una giornata senza energia può essere divertente ricorrere a fotografie o racconti del passato, quando l’elettricità veniva utilizzata poco oppure era totalmente assente. Come si cucinava? Come ci si spostava? Come si illuminavano gli ambienti? Il passo successivo è domandarsi quali abitudini nel nostro consumo di energia potrebbero essere ridimensionate, per ridurre al contempo i nostri costi e l’impatto sull’ambiente. La produzione di energia elettrica tramite combustibili fossili, infatti, comporta la formazione di gas ad effetto serra e altre sostanze nocive, andando a peggiorare inquinamento e cambiamento climatico. È davvero necessario, ad esempio, lasciare il computer acceso quando non lo si utilizza? Possiamo ridurre il numero di lampade accese contemporaneamente? Possiamo limitare l’uso del condizionatore arieggiando le stanze in modo diverso?


Anche il tipo di energia che scegliamo può cambiare. Se su grande scala è auspicabile un passaggio verso metodi per la produzione di energia che siano puliti e rinnovabili, anche in casa si può sperimentare con processi alternativi. È il caso del forno solare, che sfrutta l’energia solare e noi costruiremo a partire da una materia prima piuttosto particolare: le scatole della pizza! Gli altri materiali che ci serviranno sono l’alluminio e la pellicola trasparente, che possiamo entrambi recuperare dopo averli utilizzati in cucina. Ecco il procedimento completo:


1. Recupera una scatola per pizza e metti un foglio di alluminio all'interno della scatola su tutte le superfici (fondo e lati) esclusa la parte superiore, con la superficie lucida rivolta verso l'interno per riflettere la luce del sole. Leviga le rughe che si formeranno.

2. Ricopri con della carta nera o colora di nero il fondo della scatola. La superficie scura assorbirà la luce solare in arrivo.

3. Sul coperchio della scatola tracciare una linea a pochi centimetri dal bordo. Taglia lungo tre di queste linee ma lascia intatta la linea sul retro della scatola per formare un lembo di cartone.

4. Taglia un pezzo di pellicola trasparente, assicurandoti che sia più grande del foro che hai praticato nel coperchio. Allunga e fissa l'involucro sul lato inferiore del coperchio, assicurandoti che sia correttamente sigillato.

5. Incolla un pezzo di foglio di alluminio sulla superficie interna del lembo precedentemente creato, sempre con il lato lucido visibile.

6. Sigilla i bordi del forno con nastro adesivo per evitare perdite d'aria.

7. Metti un pezzo di cioccolato su un piattino e inseriscilo nel forno.

8. Regolare il riflettore in modo che la luce solare venga riflessa nel forno.

9. Osserva quanto tempo impiega il cioccolato per riscaldarsi e sciogliersi! Con il sole, il forno arriverà a circa 90 gradi, quindi potrà essere utilizzato per cuocere e riscaldare. Ricorda di utilizzare i guanti per non scottarti e di non lasciare che i bambini lo utilizzino senza supervisione. Buon divertimento!