Torna al Blog
02/05/2013

Eliante e Legambiente insieme nella gestione dell’Eremo del Monte Barro

Eliante e Legambiente Lecco si sono aggiudicati il bando pubblicato dal Parco Regionale del Monte Barro che prevedeva l’assegnazione dei servizi di custodia, educazione ambientale e promozione turistica dell’Eremo del Parco Regionale del Monte Barro (LC). Grazie anche al sostegno del WWF Lombardia, Eliante e Legambiente Lecco gestiranno tutte le attività dell’Eremo fino al 2016.

L’Eremo è una struttura circondata da una monumentale faggeta a circa 800 metri di quota, al centro degli oltre 44 chilometri di sentieri che percorrono il Parco. Da qui si gode di un panorama eccezionale; oltre che i laghi di Como, Annone e Garlate, nelle giornate più limpide è possibile scorgere addirittura il centro di Milano. 


LA STORIA DELL’EREMO DEL MONTE BARRO: DA INSEDIAMENTO GOTO A SANATORIO

L’area intorno all’Eremo ha una storia secolare e ospita i resti di uno dei più importanti insediamenti di epoca Gota (V – VI sec. d.C.) del mondo. L’Eremo stesso non è da meno: da convento francescano (da qui il nome “eremo”) fu trasformata nel Grande Albergo Monte Barro, attivo dal 1889 al 1927. In seguito la struttura fu trasformata in sanatorio con lavori che ne stravolsero la forma storica e così rimase fino al 1968. 

Visto da valle è facile vedere l’Eremo come una costruzione di grandi proporzioni e molto impattante sull’ambiente, essendo stato costruito in tempi in cui della natura non ci si preoccupava più di tanto. Tuttavia, fin dagli anni ’90 il Parco ha cercato di aumentare l’armonia tra Eremo e ambiente, abbattendo tre piani della costruzione originaria e realizzando il primo impianto di fitodepurazione della provincia di Lecco. 


L’EREMO OGGI

Oggi il Parco ha deciso di continuare questo percorso rendendo l’Eremo un centro di educazione ambientale, nonché un ostello in grado di ospitare fino a 50 persone. Eliante e Legambiente Lecco hanno deciso di raccogliere la sfida e di partecipare insieme alla gestione di questo spazio dalle potenzialità grandissime. 

Mentre Legambiente si occuperà della gestione dell’ostello e delle attività ricettive, Eliante si focalizzerà sull’educazione ambientale per adulti e ragazzi, oltre che sull’organizzazione di eventi. L’ambizioso obiettivo è quello di attrarre scolaresche, insegnanti, tecnici, aziende e turisti da tutta la Lombardia e anche oltre, grazie a proposte educative e ricreative di alto livello, tutte all’insegna della sostenibilità ambientale.

Per maggiori informazioni sulle attività seguiteci su Facebook e Twitter o scrivete ad Antonio Bossi.