Torna al Blog
16/07/2014

Il contributo alla biodiversità del PSR 2014-2020 in Lombardia

Il nuovo Programma di Sviluppo Rurale (PSR) deve raccogliere numerose sfide inerenti ai cambiamenti ambientali e sociali in atto e ha l’opportunità di farlo in modo sostenibile e innovativo. La qualità dell’agricoltura e dell’allevamento lombardo sono cruciali per la presenza e la manutenzione di habitat e specie importanti a livello comunitario, come gli alpeggi che sostengono numerosi endemismi floristici e le risaie della Lomellina che ospitano una quota notevole degli aironi che vivono in Europa.

L’attività agricola, soprattutto quella intensiva di pianura, esercita un forte impatto sulla biodiversità e sull’ambiente. Ma anche in contesti dove esistono ancora ambienti apparantemente naturali, come sulle Alpi, l’agricoltura deve essere orientata e sostenuta per far sì che rimangano serbatoio di biodiversità, acqua e servizi ecosistemici.

Durante il workshop verrà analizzata la programmazione 2014-2020 del PSR e si discuterà di come essa debba essere indirizzata per garantire un’elevata qualità dell’agricoltura che garantisca il mantenimento della biodiversità e del capitale naturale che garantisce il nostro benessere. Puntare sulla diversificazione, la sostenibilità ambientale e la multifuzionalità è ormai una necessità perché, a differenza di quanto si è pensato in passato, competività e sostenibilità non sono contraddittori, bensì sinergici.


DETTAGLI SUL WORKSHOP

  • Quando: martedì 22 luglio 2014, ore 9.00
  • Dove: via Melchiorre Gioia 37, Milano, presso Palazzo Lombardia, Sala 5

Il programma è scaricabile nella sezione allegati (in alto a sinistra).