Torna al Blog
09/02/2015

Lampadine alogene? Attenti al green washing!

Secondo una ricerca condotta da Coolproducts, le lampadine alogene (le meno efficienti sul mercato) sono ancora vendute in tutta Europa dai maggiori produttori come “ecologiche”. 

Le lampadine alogene consumano circa 10 volte di più delle migliori lampadine LED in commercio. Infatti, se guardiamo l’etichetta energetica di un’alogena al massimo troveremo apparecchi in classe C, mentre le lampadine LED arrivano ad A+ e A++.  Inoltre, utilizzare lampadine alogene fa impennare il conto in bolletta anche di 45 € l’anno, non certo uno scherzo.

Le verifiche condotte da Coolproducts sulle lampadine vendute in supermercati e siti internet di 7 paesi (Belgio, Italia, Danimarca, UK, Spagna, Francia, Germania), hanno rivelato che produttori come Philips e Osram (ma anche altri) aggiungono sulle confezioni della lampadine alogene diciture come “eco” assieme a immagini di natura. Queste immagini sono state trovate anche su confezioni di lampadine in classe D, le peggiori sul mercato.

È bene ricordare che le lampadine alogene sono ecologiche sono se confrontate con le vecchie lampadine a incandescenza, che sono fuori legge da anni. Oggi le alogene non possono certo definirsi “verdi”, visto che sono le meno efficienti in assoluto; ogni tentativo di diffondere questa idea può tranquillamente definirsi greenwashing.

Quindi quando comprate una nuova lampadina fate attenzione, guardate sempre l’etichetta energetica (in basso) e ricordate che le lampadine in classe C e classe D sono quelle che vi faranno consumare più energia e impennare la vostra bolletta.

Per sapere quali sono le lampadine più efficienti sul mercato, visita il sito di Topten, un progetto europeo che da quasi 10 anni guida i consumatori verso gli apparecchi che fanno risparmiare energia.

Per leggere l’articolo da Coolproducts, clicca qui (in inglese).