Torna al Blog
02/06/2020

Passeggiate per tornare in natura \ L'alpe Fontana Mora

Continuano i nostri consigliper riavvicinarsi all’ambiente dopo la fine del lockdown. Vgliamo condividere con voi i nostri sentieri del cuore: passeggiate suggestive su strade meno battute, dove incontrare davvero la natura. Seguici su Facebook per rimanere aggiornato su tutti i nostri i prossimi percorsi!

Dopo aver parlato dell'Alpe Neel, restiamo sui sentieri legati a un nostro progetto speciale, Pasturs, sulla convivenza tra uomo e grandi carnivori. Questo progetto lavora alla formazione di volontari che si occupano di divulgare buone pratiche tra i pastori della zona, limitando il conflitto con i predatori. Il percorso di oggi, verso l'Alpe Fontana Mora è più lungo e impegnativo, quindi richiede un minimo di allenamento. Si parte dal sentiero n° 309, per poi svoltare sul n° 314 verso Fontana Mora, iniziando da Gandellino (Bg), località Tezzi Alti. 

Indicazioni dettagliate

Prima parte

Per imboccare il sentiero 309, si parte da Tezzi Alti (Gandellino). Qui ci si dirige nella strada forestale della val Sedornia costeggiando baite e prati, entrando poi in un bosco di abeti. Si arriva alla Cappella di S. Carlo e, di seguito, si attraversa il torrente e si incrocia il sentiero 313 proveniente da Boario. Si segue ancora la strada che attraverso Stalle Prato di Vigna. Raggiunta la svolta che fa inoltrare la strada nel bosco, dopo circa 400 m, in prossimità di un vallone, si abbandona la stradina e si imbocca il sentiero a sinistra che sale verso nord. Si continua la salita in ambiente più aperto, raggiungendo il Laghetto Spigorel (1821 m).

Seconda parte

Dalle baite del Möschel (raggiungibili in circa 2 ore di cammino percorrendo la strada forestale che sale da Valzurio) si procede verso nord alla baita bassa  ed alla baita alta di Rigada. Si prosegue la salita per pascoli fino al passo degli Omini, valico che mette in comunicazione con la val Sedornia. Si scende alla baita alta (1879 m) e bassa (1513 m) di Fontana Mora fino ad incrociare il sentiero 309 (1400 m circa).